COME SIAMO ARRIVATI AL MUMA


LA SFIDA

Era il 15 Luglio 2011, quando durante la Conferenza di inaugurazione della Mostra 
"Maiolica Popolare di uso domestico", organizzata della nostra Associazione 
"Studio e ricerca Storica sulle Maioliche in terra d'Otranto", che lanciammo la sfida - che sembrava utopistica - ma che ha saputo vedere oltre ... il buio: 
“REALIZZARE A LATERZA IL MUSEO DELLA MAIOLICA"

L'OPPORTUNITA'
Pochi mesi dopo, la Regione Puglia pubblicò un bando per la realizzazione di progetti museali. 
Fu allora che l'Associazione  fu contattata per riprendere il discorso fatto in conferenza e per cercare di "organizzare"la partecipazione al suddetto bando. 
Occorreva trovare i "pezzi" pregiati da esporre nell'eventuale Museo considerando che a Laterza di "Opere" in Maiolica non c’era quasi più nulla e occorreva allegare al progetto l’elenco delle opere da esporre. 
Fu così che si iniziò a peregrinare verso Bari dove un “Amico” Collezionista – il Dott. TONDOLO
avrebbe potuto mettere a disposizione la sua collezione per essere esposta. 
Con moltissimo dispiacere il Dott. TONDOLO ci informò che appena pochi mesi prima 
tutta la sua collezione era stata portata a Lecce presso il Museo Castromediano dove era esposta. 
La proposta del Museo a Laterza era talmente affascinante che la porta non fu del tutto chiusa
tanto da spingere il Dott. TONDOLO, grande amante della Maiolica di Laterza e di Laterza stessa,
a prometterci l’esposizione di molte altre opere in suo possesso sempre in Maiolica laertina.
Il progetto fu presentato alla Regione e in data 29 marzo 2013, nella sala stampa della Presidenza della Regione Puglia, l'Assessore al Territorio Angela Barbanente in sede di conferenza stampa
presentò le graduatorie dei progetti museali ammessi a finanziamento.
Il progetto del "Museo della Maiolica Laertina" presentato dal Comune di Laterza
risultò classificato all'undicesimo posto su 63 progetti ammessi.
IL SOGNO SI AVVERA - IL MUSEO E’ REALTÀ
In considerazione dell’interruzione dell’evento museale di Castromediano 
“La passione del collezionismo” che giustificava l’esposizione dei “pezzi in maiolica laertina in collezione” - si aprì una breccia – affinchè si potessero fare dei tentativi per portare l’intera collezione
TONDOLO a Laterza.

150 OPERE IN MAIOLICA LAERTINA DELLA COLLEZIONE TONDOLO A LATERZA
Molte furono le visite e le riunioni fatte con il Dott. TONDOLO il quale - consapevole che solo Laterza avrebbe potuto dare una “vera Casa” alla sua grandiosa collezione – accettò con grande soddisfazione sua e nostra di portare l’intera sua collezione - che fino ad allora era esposta al Museo leccese - là dove è giusto che sia … a Laterza!! 
Le varie visite a Bari furono intervallate da visite fatte in quel di Napoli presso l’abitazione del Prof. DONATONE primo esponente e grandissimo conoscitore della Maiolica laertina.

IL PRIMO TASSELLO - LA CRESPINA
Il Dott. TONDOLO e il Prof. DONATONE intervennero a Laterza quando l’Associazione
"Studio e ricerca Storica sulle Maioliche in terra d'Otranto" organizzo il seminario per la presentazione dell’Antica Spezieria e per suggellare con il “primo tassello” - La Crespina –
la nascita del Museo. 
Il sogno si sta avverando e solo con passione, operando in silenzio, tra mille sacrifici ed eludendo i protagonismi, stiamo per vedere la Maiolica di Laterza tornare a casa.
Da protagonista.

(dicevo il 13 Novembre del 2015)
Per la cronaca e per la trasparenza...